Polizza vita: come riscattarla, ridurla o riattivarla

A parte i casi in cui si esercitano i diritti di ripensamento e di recesso, stabiliti per legge ed esercitabili come diritto legittimo di qualunque contraente di una polizza assicurativa, le assicurazioni ramo vita prevedono anche la possibilità di riscattare, ridurre e/o riattivare un contratto di assicurazione già in essere, per cui siano trascorsi già da un bel po’ i consueti 30 giorni concessi per il diritto di ripensamento.

In questo articolo vogliamo chiarire il significato di questi tre concetti, dato che molto spesso le lungaggini dei contratti, nonché la terminologia (volutamente?) contorta escludono molte persone dalla comprensione del suo significato, ingenerando dubbi e perplessità di ogni genere.

Il riscatto dell’assicurazione vita

Il termine “Riscatto” si riferisce alla facoltà del contraente di estinguere anticipatamente il contratto, dell’assicurazione per la vita, nello specifico, prima della scadenza della polizza vita stessa.

Il riscatto è un’interruzione anticipata del rapporto assicurativo e come tale prevede obblighi e doveri da entrambe le parti coinvolte. Infatti, se per l’assicurato esiste sì la possibilità di richiedere un riscatto anticipato, è anche vero che quest’ultimo può essere richiesto solo a partire da un certo momento in poi, generalmente dopo almeno tre annualità di pagamenti del premio in caso di contratti a premio annuo e dopo un anno nel caso di assicurazioni a premio unico.

Allo stesso modo, la compagnia assicurativa ha l’obbligo di pagare il capitale maturato fino al momento della richiesta del riscatto.

Nel calcolo del rendimento delle polizze vita, mettete in conto la possibilità di ricevere degli importi anche molto inferiori rispetto ai premi che avete pagato fino al momento della richiesta del riscatto. Tutte le informazioni relative al calcolo dovrebbero essere contenute nella nota informativa, ma è sempre meglio rivolgersi direttamente all’agente che segue la vostra pratica.

La riduzione della polizza vita

Con il termine “Riduzione” si intende la sospensione del pagamento dei premi annui successivi al primo. Anche la riduzione è regolata dalle condizioni contrattuali e, a differenza del riscatto anticipato, in questo caso il contratto resta in vigore per un capitale che sarà però ridotto rispetto a quello definito inizialmente in sede di sottoscrizione.

Anche nel caso della riduzione di una polizza vita, si può procedere a tale richiesta solo dopo un certo periodo di pagamento del premio pattuito, generalmente due o tre anni, a seconda della durata totale del pagamento dei premi. Anche il capitale ridotto può essere riscattato, sempre secondo le modalità previste dal contratto e per un importo pari al capitale ridotto in vigore al momento della richiesta di riscatto.

La riattivazione della polizza vita

La “Riattivazione”, infine, consiste nella possibilità di riprendere il versamento dei premi annui successivamente alla sospensione del pagamento degli stessi per un certo periodo di tempo. Può succedere che, per problemi o per i più svariati motivi, l’assicurato interrompa il versamento del premio assicurativo. In questi casi, il contratto resta in essere e in nessun modo esso viene interrotto, salvo diversa richiesta da parte del contraente.

In seguito a una sospensione dei pagamenti, con la riattivazione è come se non si abbia mai smesso di pagare il premio assicurativo alla propria compagnia assicurativa e, di norma, si può riportare tutto alla normalità semplicemente pagando le rate non pagate fino a quel momento, maggiorate dagli interessi di mora.

Modificare la polizza vita

In tutti questi casi, la procedura da seguire per far valere i propri diritti è molto semplice e pressoché identica: basta inviare una richiesta specifica alla propria compagnia di assicurazione, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, allegando la documentazione richiesta di volta in volta.

Tutte le informazioni relative ai singoli casi sono contenute nella nota informativa.

Se da una parte è vero che le polizze assicurative, soprattutto quelle del ramo vita, hanno a volte dei costi abbastanza proibitivi, è anche vero che da una polizza sulla vita si possono trarre tantissimi vantaggi, tanto più che sono le compagnie stesse a sperimentarle tutte pur di trattenere un cliente! Vale sempre la pena, pertanto, valutare la possibilità di sottoscrivere una polizza vita per il proprio futuro.