Polizza vita: la prestazione assicurata

Liquidazione della polizza vita

Con un cornetto appeso al portachiavi abbiamo valutato la necessità e i vantaggi derivanti dalla stipula di un’assicurazione sulla vita, ci siamo più volte imbarcati nel tentativo di calcolare i rendimenti delle polizze vita, anche dopo la sottoscrizione, per capire fino a che punto esse potessero essere effettivamente convenienti e nel frattempo ci siamo impegnati, più o meno puntualmente, a pagare piccole regolari rate in attesa del “grande giorno”: quello della liquidazione della polizza vita.

Richiesta di liquidazione della polizza vita

Sebbene per le compagnie assicurative questo non sia proprio un gran bel momento, anche per gli assicurati, il mettersi in moto per richiedere la liquidazione della prestazione assicurata può diventare poco piacevole, poiché spesso gli step da seguire non sono molto chiari e cadere in errore o nelle tipiche situazioni del “caso speciale” è abbastanza frequente.

Tuttavia, basta seguire alcune piccole regole di base, e riscuotere le vostre spettanze diventerà una passeggiata. Innanzitutto, sappiate che potrete raccogliere molte informazioni interessanti, sull’entità del capitale che riceverete sul documento dell’Estratto Conto Annuale della vostra compagnia. Si tratta, in sostanza, di un riepilogo annuale delle informazioni relative alla vostra polizza assicurativa, il quale contiene l’aggiornamento annuale di parametri e valori relativi al contratto, come la prestazione maturata, i premi versati fino a quel momento nonché il valore di riscatto maturato.

Alla scadenza definitiva del contratto, al fine di richiedere la corresponsione del capitale maturato, nella maggior parte dei casi basta inviare una richiesta scritta e firmata alla propria compagnia assicurativa (circa un mese prima della scadenza), indicando tutti i propri dati anagrafici e quelli relativi alla polizza e chiedendo esplicitamente la liquidazione delle spettanze per naturale scadenza del contratto. Non dimenticate di specificare il modo in cui desiderate essere pagati, nel caso di bonifico bancario o postale, la lettera dovrà anche contenere tutti i dati relativi alle vostre coordinate bancarie. Alla richiesta bisognerà inoltre allegare una copia del documento di identità, il codice fiscale, un’autocertificazione di “esistenza in vita” e l’originale della polizza assicurativa (ricordate comunque di tenere una copia del tutto anche per voi).

Richiesta di riscatto della polizza vita

Non bisogna dimenticare che esiste anche la possibilità di interrompere anticipatamente il rapporto assicurativo e ricevere comunque un capitale da parte della compagnia assicurativa, anche se di importo inferiore rispetto a quello previsto alla naturale scadenza del contratto. I criteri per calcolare il valore del riscatto, nonché quelli per accedere al diritto di richiederlo, sono indicati espressamente nel contratto stesso.

In questo caso, tuttavia, esistono delle limitazioni. Infatti, è generalmente possibile richiedere un riscatto anticipato, solo nel caso in cui siano già state pagate le annualità di premio obbligatorie previste dalle condizioni contrattuali della polizza. Se queste condizioni risultano soddisfatte, anche in questo caso bisogna procedere con una richiesta scritta e firmata alla propria compagnia.

In linea di massima, per le polizze a premio annuo è possibile richiedere il riscatto anticipato solo dopo il pagamento di almeno tre annualità di premio; nel caso delle polizze assicurative vita a premio unico, il riscatto si può richiedere dopo un anno dalla decorrenza del contratto.

È possibile richiedere anticipatamente la quantificazione del valore del riscatto, ma preparatevi all’eventualità di ricevere un importo anche inferiore alla somma versata fino a quel momento, secondo quanto previsto nelle norme contrattuali. In ogni caso, la compagnia è tenuta ad accettare la vostra richiesta, per legge, e a rispondere entro 10 giorni dalla ricezione della comunicazione.

In alcuni casi è anche possibile richiedere dei “riscatti parziali”.

Dopo aver presentato la richiesta di liquidazione o riscatto anticipato, ricordate sempre di presentarvi presso la vostra agenzia di riferimento per firmare la quietanza di pagamento della polizza. Solo successivamente la liquidazione verrà corrisposta.

Queste modalità di richiesta delle spettanze, sono generalmente standard per tutte le polizze assicurative vita, in quanto le compagnie si comportano tutte pressoché alla stessa maniera. Tuttavia, onde evitare brutte sorprese, è sempre consigliabile leggere con attenzione cosa sta scritto sul proprio contratto – troverete molte informazioni utili e sintetiche sulla nota informativa, presente obbligatoriamente su tutti i contratti.

Potresti essere interessato anche ai seguenti articoli:

Leave a Reply