Assicurazione sulla Vita: La Polizza Mista

Oggi sempre più persone, spinte dalla paura del domani e dall’ansia di non riuscire a garantire un futuro dignitoso ai propri cari, decidono di stipulare una polizza assicurativa sulla vita. Come si evince dalla stessa parola, un’assicurazione è qualcosa che ci tutela da un rischio e ci garantisce qualcosa di vantaggioso, nello specifico, in termini economici.

Polizza Vita Mista

Se, da una parte, è vero che le assicurazioni sono nate per consentire di fronteggiare dei rischi, non per impiegare i propri risparmi, e non andrebbero quindi intese come strumento previdenziale, è altrettanto vero che, se un unico prodotto finanziario-assicurativo può offrire tutela e possibilità di risparmio allo stesso tempo, non può che valere il detto “Melius abundare quam deficere”! Ecco allora che, nel caso in cui il rischio che desiderate coprire è quello di vivere serenamente la vostra vecchiaia (ovviamente, sempre in termini economici), tutelando allo stesso tempo i vostri cari nel caso di una vostra scomparsa prematura, troverete la vostra risposta nella cosiddetta assicurazione mista sulla vita.

Le polizze vita miste hanno avuto un grande successo negli ultimi anni. Si tratta di particolari assicurazioni sulla vita in cui la compagnia assicurativa si impegna a corrispondere un capitale o una rendita all’assicurato alla scadenza del contratto ma, allo stesso tempo, essa riconosce anche una sorta di risarcimento dilazionato agli eredi o alle persone designate dal contraente, in caso di morte prima della scadenza del contratto.

Possiamo distinguere almeno tre tipologie di polizza vita mista: polizze miste immediate, polizze miste a termine fisso, polizze semimiste.

Le polizze miste immediate, attraverso il pagamento di un pagamento unico iniziale, prevedono il pagamento di un determinato capitale all’assicurato, o alla persona beneficiaria in caso di morte anticipata dell’assicurato stesso.

Le polizze miste a termine fisso funzionano come le precedenti ma in caso di morte dell’assicurato, gli eredi o i beneficiari potranno usufruire immediatamente del capitale riconosciuto, senza l’obbligo di pagare i premi convenuti e non ancora scaduti.

Assicurazione Vita Mista: polizza semimista 

Nelle polizze semimiste, invece, il 50% del capitale viene corrisposto al momento del decesso dell’assicurato, il restante 50% al termine del pagamento dei premi (ossia alla scadenza del contratto).

Prima di stipulare una assicurazione mista sulla vita, è sempre consigliabile rivolgersi a un esperto super partes o a un’associazione consumatori, poiché trattandosi di particolari forme assicurative volte principalmente a creare una fonte di risparmio attraverso un insolito investimento, le informazioni spesso devianti ricevute da un agente assicurativo o, peggio, una totale ignoranza in materia, possono spesso comportare spiacevoli sorprese.

Dopo aver delineato le forme in cui si concretizzano le aspettative di ciascun assicurato, un discorso a parte va fatto per ciò che riguarda la nota dolente, cioè il pagamento dei premi. Nel caso delle polizze vita miste, si possono individuare diversi tipi di premi: premi unici, premi annui e premi rivalutabili. È facile comprendere cosa si intenda per premio unico e premio annuo (nel primo caso si paga tutto in un’unica soluzione, nel secondo caso il pagamento è rateizzato). I premi annui possono essere costanti (la formula più diffusa) o crescenti, cioè legati all’andamento dell’indice ISTAT.

La polizza vita mista ha generalmente un costo superiore rispetto ad altri prodotti assicurativi, ecco un motivo in più per valutare preventivamente la reale necessità di un’assicurazione di questo tipo, e la raccomandazione di rivolgervi sempre a professionisti seri.

Sul web avrete modo di trovare un gran numero di informazioni di partenza, utili quantomeno a farvi un’idea sull’argomento, apprendere le terminologie e conoscere il parere di altri fruitori. Online è anche possibile richiedere dei preventivi non vincolanti e gratuiti, vi basterà contattare le varie compagnie via e-mail o inserire i vostri dati negli appositi form presenti non solo sui siti web delle stesse compagnie, ma anche su svariati portali tematici.